Come superare le difficoltà di comunicazione

Come superare le difficoltà di comunicazione

Non tutte le persone con cui è difficile comunicare sono della stessa tipologia. Dalle ricerche emerge che ne esistono almeno sette tipi diversi.

1. Aggressivi 

Il tipo più pericoloso e per difendersene conviene suddividerli ulteriormente in tre specie:

  1. Quelli che schiacciano, carri armati che si fanno strada con la prepotenza
  2. Quelli che sparano, cecchini che colpiscono con frecce di sarcasmo
  3. Quelli che esplodono, persone apparentemente tranquille, che da un momento all’altro saltano su come una mina

Con i carri armati e gli esplosivi l’unica strategia è quella di tener loro testa, ma senza rispondere con l’aggressività all’aggressività. Perciò, niente discussioni o critiche: esponete e riproponete ogni volta la vostra posizione, con grande cortesia e con un fare amichevole.

Con quelli che sparano la migliore strategia è quella di stanarli: portate allo scoperto la frecciata che avete ricevuto e chiedete chiarimenti sul senso della battuta.

2. Lamentosi

Sono quelli che si lagnano con voi di tutto ma non fanno mai niente per cambiare le cose. Conviene ascoltarli con cortesia (altrimenti si lamenterebbero che nessuno li sta mai a sentire) ma senza concedere la solidarietà che ci chiedono. La cosa migliore e replicare guidando il discorso sul problema in questione con delle domande precise e aperte e poi attendere una risposta in silenzio.

3. Riservati

Sono quelli che fanno i gusci, che se ne stanno zitti, chiusi in sè stessi e non si riesce a fare reagire. Sono quelli che di fronte a qualsiasi cosa preferiscono tenersi fuori. Con queste persone bisogna soprattutto essere fermi. Fargli capire che non se la caveranno così facilmente: che comunque tornerete alla carica, tanto vale darvi retta subito.

4. Inaffidabili

Sono quelli che dicono sempre di sì perché non sanno dire di no agli altri. Simpatici, estroversi, carini con tutti, che a parole si fanno in quattro per aiutare, ma che vi mollano ogni volta che avreste veramente bisogno di loro. Con queste persone mettete in chiaro come stanno le cose (“sono già tre volte che…”) e fategli capire che il loro contributo è molto importante per voi.

5. Negativisti

Sono quelli che dicono sempre di no. Negativisti a 360 gradi. Ogni volta che aprono bocca è per introdurre una difficoltà o un ostacolo in più. Con queste persone non c’è che da ribadire il proprio ottimismo e poi ricorrere alla tecnica dell’ipotesi del peggio: ammettiamo pure che tutto stia andando a rotoli e occupiamoci di come affrontare il problema.

6. Saputelli

I saputelli sono divisi in due diverse specie per i due diversi tipi di difficoltà che provocano: 

da una parte i Bulldozer, che si ficcano inarrestabili dappertutto a mostrarvi per filo e per segno come si deve fare una certa cosa o risolvere un qualche problema; 

dall’altra i Palloni Gonfiati, che vivono per dimostrare al mondo intero di avere sempre ragione loro. 

Con i Bulldozer bisogna farsi trovare sempre preparati: ascoltare attentamente le loro spiegazioni, perché non ricomincino ogni volta da capo la loro lezione. Con i Palloni Gonfiati, invece, esponete i fatti e circoscrivete l’argomento. E soprattutto  offrite loro una via di uscita per salvare la faccia quando rischiano una figuraccia.

7. Indecisi

Quelli che si rifiutano di decidere e aspettano sempre che lo faccia qualcun altro: cioè voi. Con gli indecisi e i loro mille ma, l’unica soluzione è risalire al vero motivo per cui si rifiutano di prendere una decisione e proporre delle soluzioni prima di tutto per questo problema a monte.

Con tutti i difficili, infine, occorre agire assertivamente. L’ assertività è l’attitudine a definire chiaramente la nostra posizione, a renderla nota, a difenderla senza aggressività, ammettendo posizioni diverse da parte degli altri. Stai comunicando con qualcuno perchè esiste un problema che vi coinvolge entrambi e che deve trovare una soluzione. In ogni momento, l’obiettivo non deve essere il rapporto personale ma la soluzione di questo comune problema.

P.S.

Se vuoi migliorare la tua comunicazione con venditori e acquirenti partecipa al corso Strategie di Acquisizione e Vendita Immobiliare

Scopri di più su Salvatore Coddetta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *